Uno sguardo sul Duemiladodici


Come più volte enfatizzato dallo stesso Vito Gamberale in occasione delle sue presentazioni del Fondo, F2i mira a creare un portafoglio diversificato di partecipazioni con una strategia che privilegia la costituzione di filiere nei principali settori infrastrutturali e la collaborazione tra le partecipate. In questi anni, F2i ha saputo qualificarsi quale interlocutore istituzionale di riferimento per alcune delle più importanti transazioni infrastrutturali a livello europeo, in molti casi contribuendo al rientro in mani italiane di asset strategici per l'economia e lo sviluppo delle infrastrutture.

F2i, acronimo per Fondi Italiani per le Infrastrutture, nasce da un progetto condiviso tra Vito Gamberale, forte di una lunga esperienza manageriale , e sponsor dall'elevato standing reputazionale, tra cui alcuni dei principali Istituti di credito italiani e stranieri, la Cassa Depositi e Prestiti, Fondazioni bancarie, Casse di previdenza. Non a caso, prima della nascita di F2i, Vito Gamberale poteva annoverare tra le sue esperienze più significative la guida di società di primaria importanza a livello nazionale ed internazionale nei settori delle TLC e dei trasporti (in particolar modo nel comparto autostradale).


Uno sguardo sul 2012

Il volume ricorda le significative opportunità d'investimento in vari comparti delle infrastrutture del nostro Paese. A tale proposito, è opportuno ricordare che all'inizio di ottobre 2012 ha preso avvio un Secondo Fondo F2i, chiamato a portare avanti gli investimenti del Primo. Invariato il management, guidato ancora una volta da Vito Gamberale ed Ettore Gotti Tedeschi.

Il Secondo Fondo viene costituito dopo che le risorse destinate al primo sono state quasi completamente impegnate.

Il libro fotografico sintetizza i traguardi raggiunti dal Primo Fondo amministrato da Vito Gamberale, restituendo una visione d'insieme capace di presentare non soltanto le fredde infrastrutture ma anche le persone coinvolte nella gestione delle stesse. Nel libro sono infatti presenti immagini relative ai vertici delle società partecipate. Anch'essi, come già Gamberale, manager di lunga esperienza nei vari settori di competenza.

Le immagini del libro sono state realizzate da un team eterogeneo di fotografi: Massimo Siragusa, Martino Lombezzi, Giovanni Umicini, Guido Morozzi e Ago Panini.

Uno sguardo sul duemiladodici - Capitoli